Pentola multicooker, la guida completa all’acquisto: come scegliere, perché acquistarla, modelli migliori del 2020, offerte, prezzi, marche, opinioni

Funzionali, pratiche, intuitive, le pentole multicooker sono tra gli elettrodomestici per la cucina più richiesti del momento. Si tratta di particolari pentole di nuova generazione che cuociono e mescolano autonomamente le pietanze, consentendo di effettuare cotture differenziate – senza sporcare decine di pentole o padelle – semplicemente inserendo gli ingredienti e impostando il programma di cottura sul display elettronico.

Sono la soluzione ideale quando si vogliono coniugare i ritmi frenetici della vita quotidiana con la necessità di un’alimentazione sana ed equilibrata. Le pentole multicooker, infatti, fanno tutto da sole mentre ci si dedica ad altre attività; possono anche essere programmate in anticipo così da trovare la cena già pronta al rientro a casa e consentono di scegliere tra diverse opzioni di cottura (piastra, griglia, al vapore, ecc) a seconda delle esigenze.

Con una buona pentola multicooker – di fatto – non sentirete più la necessità di ordinare la cena al ristorante o di riscaldare cibi precotti in microonde perché troppo stanchi per cucinare. Essendo dei robot multifunzione, queste particolari pentole possono svolgere diverse funzioni (friggere, impastare, tritare ecc.) senza il bisogno di acquistare tanti elettrodomestici con un notevole risparmio in termini di soldi e di spazio da occupare in cucina.

Ma, vediamo più da vicino le caratteristiche di questa particolare tipologia di pentole e quali criteri prendere in considerazione al momento dell’acquisto per essere sicuri di scegliere il modello più adatto alle esigenze della vostra famiglia.

Come è fatta una pentola multicooker

Le pentole multicooker ricordano molto, nella forma e nell’aspetto, una comune friggitrice elettrica o una macchina del pane. Hanno una forma squadrata con un vano interno occupato dal cestello per la cottura dei cibi (in alluminio pressofuso con rivestimento in ceramica o teflon) e un coperchio superiore a chiusura ermetica. Sul coperchio solitamente sono posizionati i comandi e il display LCD per la selezione dei programmi di cottura, il timer, ecc.

Il cestello interno può avere capienze e dimensioni variabili in base al numero di porzioni che si necessita di preparare. Maggiore sarà la capacità del cestello, maggiore sarà la quantità di ingredienti che potrà contenere.

Il sistema di riscaldamento (che può raggiungere un massimo di 120 gradi) è alimentato a corrente elettrica, come tutte le altri parti del robot multifunzione, dal sensore di movimento al timer, ecc.

Questa particolare tipologia di pentole non consente di effettuare più cotture contemporaneamente, ma è dotata di diversi accessori intercambiabili che consentono di effettuare cotture differenziate. I cestelli e le spatole per amalgamare e mescolare sono una parte integrante di ogni pentola multicooker e devono essere incluse in dotazione.

Quando si acquista una pentola multicooker è necessario valutare con attenzione il numero e la tipologia degli accessori in dotazione. Cestelli, spatole e pale per amalgamare sono accessori fondamentali per il corretto utilizzo questa particolare tipologia di pentole e, se non forniti in dotazione, andranno acquistati a parte.

Come scegliere la più adatta alle nostre esigenze?

Quando ci si appresta ad acquistare una pentola multicooker bisogna valutare con attenzione quelle che sono le caratteristiche fondamentali di questa particolare tipologia di prodotto e considerare quelle che sono le nostre esigenze. Le pentole multicooker non sono tutte uguali, di conseguenza non tutte sono adatte a rispondere ai nostri bisogni.
In generale quando si sceglie una pentola con occorre prendere in considerazione i seguenti fattori:

  • Potenza e capienza del cestello
  • Materiali
  • Funzioni, programmi e modalità di cottura
  • Accessori

Vediamo, allora, più nello specifico ciascun fattore e in che modo potrebbero influenzare la nostra scelta per l’acquisto di una pentola multicooker.

Capienza del cestello interno: perché è importante?

Uno dei primi elementi più importanti da valutare quando ci si appresta ad acquistare una pentola multicooker è la capienza del cestello interno, ovvero, del recipiente in cui verranno preparati i pasti. Più sarà grande e capiente, maggiore sarà il numero di porzioni che si potranno preparare in una sola volta, consentendo di accelerare i tempi.

La capacità dei cestelli varia da un minimo di 3-4 litri, sufficienti per la preparazione di 2/3 porzioni, fino ad un massimo di 6 litri, per la preparazione di almeno 5-6 porzioni contemporaneamente.

La capacità del cestello naturalmente influirà sul prezzo finale del prodotto e va scelta in base alle effettive esigenze della famiglia. La capienza del cestello dovrà essere proporzionale al numero dei membri della famiglia. Acquistare una pentola multicooker con un cestello troppo piccolo, infatti, vi costringerebbe a ripetere più volte una preparazione, facendovi perdere tempo anziché risparmiarlo. Una pentola con un cestello troppo grande, all’inverso, rappresenterebbe un inutile spreco di energia e risorse, oltre che di denaro dal momento che le pentole con un cestello più capiente sono anche più care.

Come valutare i materiali utilizzati per la realizzazione?

I materiali utilizzati per la realizzazione di questo tipo di prodotto devono essere valutati con estrema attenzione poiché, oltre ad influenzare la qualità delle pietanze preparate, sono destinati ad entrare in contatto diretto con gli alimenti che dovremo ingerire.

Solitamente per la costruzione delle pentole multicooker vengono utilizzati materiali resistenti alle alte temperature e non soggetti a deformazioni come l’alluminio pressofuso, la ceramica e il teflon.

La ceramica e il teflon di solito vengono utilizzati per il rivestimento del cestello interno poiché garantiscono una migliore distribuzione del calore e quindi una cottura più omogenea delle pietanze. Molto importante, inoltre, è che i materiali siano sottoposti a trattamenti antigraffio e antiaderente, per evitare di dover aggiungere troppi grassi in cottura per non far attaccare i cibi, vanificando i nostri sforzi di preparare pietanze sane e salutari. La parte esterna del case può essere realizzata sia in plastica che in alluminio. Prima di acquistare una pentola multicooker accertatevi, quindi, che sia stata costruita con materiali di qualità e adatti all’uso che se ne vuole fare.

Quante modalità di cottura, programmi e funzioni sono necessarie?

Le pentole multicooker possono avere un numero variabile di programmi, cotture e funzioni, ma non tutte sono necessarie. Maggiore sarà il numero di queste ultime e maggiore sarà il costo finale del prodotto. Anche in questo caso la scelta dovrà tenere conto delle nostre effettive esigenze, in modo da poter scegliere tra un prodotto più basico o uno più completo a seconda dell’utilizzo che intendiamo farne.

Per quanto riguarda i programmi, le pentole multicooker possono avere da un minimo di dieci ad un massimo di 30 e più programmi. Tra i programmi fondamentali, che non possono proprio mancare quando si parla di pentole multicooker, ci sono:

  • Dolci e lievitati, con la separazione tra lievitati duri (la e, pizza, ecc) e lievitati morbidi (torte, bignè, ecc)
  • Zuppe e stufati
  • Carne, pesce e verdure in padella (simulazione della cottura in padella)
  • Carne, pesce e verdure alla piastra (simulazione della cottura alla piastra)
  • Frittura
  • Yogurt, per la preparazione dello yogurt artigianale fatto in casa

Per quanto concerne le modalità di cottura, sono da considerarsi fondamentali solo le seguenti:

  • Forno classico
  • Cottura ventilata per la preparazione dei risotti, della polenta, ecc.
  •  Cottura a vapore
  • Frittura
  • Cottura lenta
  • Cottura espressa

Tra le funzioni necessarie, infine, troviamo le seguenti:

  • Timer per impostare la durata della cottura o per programmare l’avvio e la conclusione del programma.
  • Regolazione manuale della temperatura
  • Regolazione manuale dei tempi di cottura
  • Funzione riscaldamento, per riscaldare le pietanze già cotte
  • Funzione mantenimento del caldo, per mantenere al caldo i piatti alla fine del processo di cottura.

Per impostare le modalità di cottura, i tempi e le funzioni adatte a ciascuna preparazione è fondamentale consultare il ricettario in dotazione su cui vengono indicate nel dettaglio tutte le informazioni necessarie per sfruttare al meglio le potenzialità della pentola.

Accessori inclusi in dotazione: quali non possono mancare?

Le pentole multicooker per poter essere sfruttate ed utilizzate al meglio necessitano di tutta una serie di accessori come cestelli, spatole, cucchiai, ecc. Un buon robot da cucina dovrà fornire in dotazione tutti gli articoli necessari per il suo corretto utilizzo. Quando acquistate una pentola multicooker accertatevi che nella confezione siano inclusi i seguenti accessori:

  • Cestello per la cottura a vapore
  • Cestello per la frittura
  • Griglia per la cottura di carne, pesce e verdure
  • Pala mantecatrice fissa o removibile che consenta di mescolare le preparazioni mentre cuociono.
  • Cucchiai e spatole varie
  • Display LCD con pulsanti per impostare i programmi
  • Ricettario con le ricette e le indicazioni dei programmi da impostare e dei procedimenti da seguire per il corretto utilizzo del robot da cucina.

I cestelli vanno utilizzati in maniera alternata dal momento che non esistono ancora pentole multicooker che consentono di realizzare più preparazioni contemporaneamente. Le pentole multicooker possono avere tutti o solo alcuni di questi accessori, ecco perché prima di acquistarne una bisogna accertarsi che siano presenti tutti gli accessori di cui potremmo avere bisogno. Se, ad esempio, siamo amanti della cucina salutista, allora, la presenza del cestello per la cottura a vapore per noi sarà più importante di quello per la frittura, così da evitare di dover affrontare spese ulteriori.

Il prezzo: quanto costa una pentola multicooker?

Il prezzo di una pentola multicooker è influenzato da numerosi fattori e può variare in base alla sua capienza, ai materiali utilizzati per la sua realizzazione, alle funzioni/programmi disponibili e agli accessori inclusi in dotazione. Una pentola con una capienza maggiore, costruita con materiali di alta qualità, che garantisce un’ampia gamma di programmi, funzioni e modalità di cottura e che sia anche completa di tutti gli accessori necessari, costerà sicuramente di più rispetto ad un modello più basico.
In linea di massima il range di prezzo di una pentola multicooker varia da un minimo di 60 euro ad un massimo di 400. I modelli di fascia bassa sono i più basici e possono costare tra i 60 e i 100/120 euro. Se si desidera un prodotto con qualche funzione in più, si può optare per un modello di fascia media il cui costo può oscillare tra i 120 e 200 euro. Per i modelli superaccessoriati e multifunzione, infine, occorre spendere qualcosa in più, tra i 200 e i 350 euro.

Monitorare i siti di e-commerce è un buon modo per risparmiare e acquistare una pentola multicooker ad un prezzo più conveniente, approfittando delle frequenti promozioni e offerte presenti on-line.

Come usarla?

Le pentole multicooker sono un utilissimo alleato in cucina poiché consentono di semplificare o ridurre i tempi necessari per la preparazione dei pasti. Per riuscire a sfruttare al meglio le potenzialità di questo elettrodomestico, però, è necessario sapere bene come utilizzarlo e come combinare tra loro le varie funzioni disponibili. Quando si acquista una pentola multicooker, quindi, è necessario leggere con attenzione le istruzioni e disporre di un ricettario completo in cui siano indicati non solo gli ingredienti e le modalità di preparazione delle ricette, ma anche i tempi e le modalità di cottura da impostare.

Trattandosi di veri e propri robot da cucina le modalità di preparazione dei piatti potrebbero differire in tutto o in parte da quelle tradizionali, quindi, anche per la preparazione delle ricette più note, è sempre consigliabile consultare lo specifico ricettario.

In linea di massima, comunque, il funzionamento di questi elettrodomestici da cucina è molto intuitivo dal momento che tutto ciò che occorre fare è semplicemente inserire gli ingredienti necessari nel cestello (tutti insieme o gradualmente a seconda della ricetta), impostare tempi e modalità di cottura e attendere che le pietanze siano pronte. Non è possibile cuocere più pietanze contemporaneamente, ma la presenza di più cestelli consente di alternare le varie cotture in maniera pratica e veloce.

Come pulire una pentola multifunzione?

Le modalità di pulizia dipenderanno dal modello e dal tipo di pentola multicooker e solitamente sono indicate sul libretto di istruzioni. In linea di massima comunque, tutte le parti rimovibili come cestelli, spatole e coperchi possono essere lavate in lavastoviglie, mentre l’alloggiamento e il pannello dei comandi possono essere lavati semplicemente con un panno umido per eliminare eventuali tracce di sporco e di grasso.
È assolutamente vietato immergete la pentola in acqua (è un elettrodomestico a tutti gli effetti) e bisogna sempre ricordarsi di staccare la spina prima di procedere con le operazioni di pulizia per evitare rischi e incidenti. Una volta lavate, bisogna asciugare bene tutte le parti e gli accessori prima di inserirli nuovamente nell’apparecchio. Non utilizzare spugne o saponi abrasivi per evitare di graffiare o danneggiare la pentola multicooker.

A tal proposito vi consigliamo di guardare con attenzione il seguente video in cui vengono illustrati tutti i passaggi fondamentali per la corretta pulizia di una pentola multicooker. Per una vostra maggiore comodità integriamo il video nella pagina.

I vantaggi

Le pentole multicooker presentano numerosi vantaggi oltre a quello di semplificare e velocizzare il processo di preparazione dei cibi. Tra i principali vantaggi legati all’utilizzo di una pentola di questo tipo ci sono:

  • Programmare in anticipo la preparazione dei pasti inserendo tutti gli ingredienti nel cestello e impostando il timer. Non è possibile, però, programmare in anticipo la preparazione dei pasti quando le ricette prevedono l’utilizzo di ingredienti deperibili, poiché questo elettrodomestico non ha una funzione di refrigerazione che consente di conservare i cibi al suo interno.
  •  Praticità nella pulizia. È possibile svolgere tutte le preparazioni in un’unica pentola quindi, a fine cottura, le uniche cose da dover lavare saranno il cestello e la pala mescolatrice.
  • Facilità d’uso, poiché, trattandosi di un elettrodomestico molto intuitivo, può essere facilmente utilizzato anche da chi non è molto esperto in cucina. Seguendo le istruzioni contenute nel ricettario, infatti, è possibile prenotare senza grandi difficoltà, qualsiasi tipo di ricetta.
  • Preparare più pietanze utilizzando un unico elettrodomestico, senza sporcare pentole e padelle varie.
  • Scegliere tra diverse tipologie di cottura.
  • Risparmiare soldi e spazio diminuendo il numero di elettrodomestici necessari in cucina.

A chi è consigliato l’acquisto?

In conclusione l’acquisto di una pentola multicooker è da consigliare soprattutto a chi trascorrere gran parte della giornata fuori casa per lavoro e non ha molto tempo da dedicare alla preparazione dei pasti per la famiglia. Con una pentola multicooker si dimezzano i tempi necessari per la preparazione delle pietanze e non sarà più necessario ricorrere a piatti pronti. È da consigliare anche a chi ha problemi di spazio in cucina poiché, racchiudendo tutti gli elettrodomestici necessari in un solo prodotto, consente di risparmiare spazio e ingombro sopra e dentro i mobili con altri dispositivi. È la soluzione ideale anche per le famiglie numerose o in cui siano presenti persone con esigenze alimentari particolari, dal momento che le pentole multicooker consentono di realizzare cotture differenziate per tutte le necessità della famiglia.

Quando scegliete una pentola multicooker, infine, valutate attentamente quelle che sono le esigenze vostre e della vostra famiglia ( capacità del cestello, ingombro della macchina, facilità di utilizzo, accessori, la presenza di un buon ricettario, ecc) così da essere sicuri di acquistare l’elettrodomestico più adatto alle vostre necessità.

Maria Rita Esposito

Giornalista e web content specialist. Scrivo per il web da diversi anni occupandomi di diversi argomenti tra cui anche di cucina, una delle miei principali passioni. Dopo una formazione di tipo classico con lunga esperienza nei media tradizionali – carta stampata e televisione – la curiosità e la voglia di esplorare settori nuovi mi hanno portata ad avvicinarmi al mondo della comunicazione e della scrittura per il web. Ho quindi approfondito tematiche di Seo, Web Marketing e Social Media Marketing.

Back to top
Apri Menu
pentolamulticooker.it